2006/1 - L’identità come pratica dell’identificazione PDF Print E-mail
Written by Flavia Monceri   
Monday, 03 September 2012 10:59
There are no translations available.

Flavia Monceri // L’identità come pratica dell’identificazione

Teoria 2006/1, pp. 137-152

 

In questo articolo, l’autrice sostiene che la nozione di identità ha origine a un livello intersoggettivo dalle pratiche di identificazione e auto-identificazione, la cui attualizzazione è necessaria gli individui perché possano interagire l’uno con l’altro. Pertanto, il termine stesso ‘identità’ dovrebbe essere considerato fuorviante nella misura in cui comporta un riferimento ad una identificazione (sociale). Nella prima parte, viene presa in considerazione la relazione tra identità e identificazione alla luce della nozione di «stigma» esposta da Erving Goffman. Nella seconda parte, si discute brevemente il caso dell’identità di sesso/genere di «persone transgender» per dimostrare in che modo la sovrapposizione tra identità e identificazione sia strettamente collegata al controllo sociale della diversità individuale.

 

In this article the author maintains that the notion of identity originates at the intersubjective level from identification and self-identification practices, whose actualization is needed in order for individuals to interact with each other. Therefore, the very term identity should be considered as misleading in that it always entails a reference to (social) identification. In the first section, the relationship between identity and identification is considered in the light of Erving Goffman’s notion of «stigma». In the second section, the case of the sexual/gender identity of «transgendered persons» is briefly discussed in order to show in what sense the overlapping between identity and identification is closely related to the social control of individual diversity.

 

Scarica il testo completo (PDF in italiano, 66 Kb)