Interventi
Intervista con Peter Trawny in occasione dei 200 anni dalla nascita di Karl Marx (5 maggio 2018) PDF Print E-mail
Written by Edizioni ETS   
Thursday, 30 August 2018 16:27
There are no translations available.

Intervista con Peter Trawny

in occasione dei 200 anni dalla nascita di Karl Marx (5 maggio 2018)[1]

 

Introduzione

Peter Trawny è professore presso il Dipartimento di Filosofia della Bergische Univertsität Wuppertal e direttore del Martin Heidegger Institut, sempre a Wuppertal. È stato visiting professor presso l’Università di Vienna, l’Università Tongji–Shanghai e la Södertörns Högskola di Stoccolma (Center for Baltic and East European Studies). Recentemente, in qualità di membro della Martin Buber Society, ha visitato l’Università Ebraica di Gerusalemme. Editore dal 1998 della Martin Heidegger Gesamtausgabe, è autore di vari saggi e libri di risonanza mondiale, tra i quali il rinomato e controverso studio su Heidegger e il mito della cospirazione ebraica[2], con il quale ha accompagnato la pubblicazione dei primi quattro volumi dei Quaderni Neri (GA 94-97). Tra le opere più recenti ricordiamo il saggio sulla libertà Technik, Kapital und Medium[3], nel quale propone una topologia del mondo contemporaneo definita dalla triplice matrice di tecnica capitale e medium; il libro Ins Wasser geschrieben sulla differenza tra il “dentro” e il “fuori” come risposta alla domanda circa il “luogo” e l’attuale possibilità di una esperienza dell’intimità[4], e il trattato Was ist Deutsch?[5], che tratta dell’identità e della non-identità – specialmente della cultura tedesca ma anche della cultura europea in generale. Vari sono i contributi sulle questioni politiche e sociali attuali, tra i quali Europa und die Revolution[6] e la collettanea Europa Kaputt? Für das Ende der Alternativlosigkeit, scritta assieme a personalità provenienti da diversi ambiti politici, quali Yanis Varoufakis, Franco “Bifo” Berardi, Guillaume Paoli e Srećko Horvat[7]. Quest’anno, dando continuità all’interpretazione critica del pensiero heideggeriano iniziata con i saggi Adyton (sulla filosofia esoterica di Heidegger) e Irrnisfuge (sull’an-archia radicale della storia dell’essere)[8], è apparso Heidegger Fragmente: Eine philosophische Biographie[9]. Una prospettiva complessiva sul pensiero di Heidegger è offerta dagli ultimi lavori intitolati  Heidegger, die Juden, noch einmal [10] e Martin Heidegger: eine kritische Einführung[11]. Su Karl Marx e la rivoluzione ha pubblicato lo studio Der frühe Marx und die Revolution. Eine Vorlesung[12]. Le aspre polemiche e le critiche concernenti la sua particolare proposta interpretativa del pensiero heideggeriano confermano e consolidano la posizione di rilievo che Peter Trawny ha aquisito come uno dei grandi esponenti della ricerca più recente sulla filosofia di Heidegger, e non solo.

Read more...